Babbel vs Rocket Languages

Sei pronto per imparare una nuova lingua e hai ristretto le tue opzioni ai programmi Babbel e Rocket Languages, entrambi ottime scelte. Ora è arrivato il momento di fare la scelta finale, ma sei indeciso su quale programma sia più adatto a te. In questa guida dettagliata, analizziamo le principali differenze e somiglianze tra queste due app per le lingue, fornendo anche le mie opinioni su quale ritengo sia più efficace e complessivamente migliore.

Come sono le lezioni Babbel

Vediamo come è strutturato Babbel. 

Per cominciare, le lezioni base di Babbel sono notevolmente più brevi rispetto a quelle di Rocket. Ogni lezione di Babbel dura all’incirca tra i 10 e i 15 minuti e scorrono velocemente.

Questo perché ogni lezione è costituita da una serie di esercizi interattivi rapidi e incisivi.

Potresti iniziare ascoltando nuove parole o frasi per i primi due minuti, per poi passare subito a un’esercitazione con flashcard digitali, seguita da una breve spiegazione grammaticale. Potrebbe essere seguito da un’attività di ricostruzione delle frasi, e da un esercizio di completamento basato su una conversazione simulata.

È un approccio vario e dinamico, che scongiura la noia e mantiene alta l’attenzione.

Mettendo le app a confronto, le lezioni di Rocket richiedono circa un’ora per essere completate, con un focus più marcato sulla grammatica approfondita e un forte accento sull’ascolto e sul parlato in contesti di conversazioni realistici e semplici. Le lezioni di Babbel sono più brevi e presentano una maggiore varietà di esercizi e attività pratiche.

Punti di forza di Babbel

Chiarita la struttura generale di Babbel, passiamo ora ad analizzare le caratteristiche salienti del programma di Babbel, in particolare confrontandolo con Rocket Languages.

Più stimoli visivi

Il punto di forza di Babbel rispetto a Rocket è la sua maggiore attenzione verso chi apprende visivamente. Rocket, sebbene utilizzi un numero limitato di immagini nelle sue lezioni di lingua e cultura, non offre molti stimoli visivi.

Questa carenza potrebbe essere un limite per chi preferisce un approccio visivo all’apprendimento. Alcune persone infatti assimilano e memorizzano le nuove parole più efficacemente attraverso la visualizzazione di immagini e la loro associazione con parole e frasi. È uno stile di apprendimento molto comune.

In questo ambito, Babbel si distingue da Rocket. Il programma di Babbel è arricchito con un’ampia gamma di elementi visivi, superando notevolmente Rocket in termini di grafiche, immagini e testi.

Lezioni più brevi

Un secondo elemento distintivo di Babbel è brevità delle sue lezioni. Non tutti possono dedicare un’ora al giorno allo studio di una lingua. Con Babbel il tempo vola, il che è ideale per chi ha poco tempo, come professionisti, studenti e genitori impegnati.

In molti casi, avere a disposizione solo 20 o 30 minuti al giorno è la norma, e la capacità di Babbel di permetterti di completare diverse lezioni in questo breve arco di tempo, mantenendoti produttivo e in costante progresso, è un grande vantaggio.

Sito e applicazione ben curati

Se apprezzi un’interfaccia utente ben curata, troverai il sito e l’applicazione di Babbel superiori a quelle di Rocket Languages.

Qui non sto parlando di funzionalità; sia le app che i siti web di entrambe le società funzionano perfettamente, sono intuitivi, facili da usare e veloci.

Mi riferisco invece al design. L’interfaccia utente di Rocket Languages non è così curata o accattivante come quella di Babbel. La piattaforma digitale di Rocket appare leggermente antiquata, mentre quella di Babbel si presenta moderna ed elegante.

Anche se questo aspetto potrebbe non essere cruciale quando si valuta l’efficacia complessiva del metodo di apprendimento e delle lezioni, per alcuni utenti l’estetica e l’esperienza utente offerta dall’app possono influenzare la scelta.

Classi dal vivo

Un altro punto a favore di Babbel è la possibilità di partecipare a lezioni dal vivo. Per chiarire, queste lezioni non sono comprese nell’abbonamento standard di Babbel e richiedono un costo aggiuntivo.

Con l’aggiunta delle lezioni dal vivo, Babbel propone centinaia di classi settimanali in piccoli gruppi, disponibili in varie lingue e per tutti i livelli di apprendimento. Questi gruppi sono limitati a massimo 6 studenti per classe, garantendo così un buon equilibrio fra ricevere la dovuta attenzione dall’insegnante, e l’opportunità di interagire con altre persone. Ogni sessione, della durata di circa un’ora, affronta tematiche diverse e stimolanti.

Per esempio, se stai studiando lo spagnolo, potresti partecipare a lezioni che esplorano la cucina messicana, le tradizioni festive cilene o i luoghi di villeggiatura in Spagna. L’ampio spettro di argomenti trattati permette di immergersi in profondità nelle diverse sfaccettature della lingua e della cultura.

Le lezioni dal vivo di Babbel offrono un’immersione più intensa in specifici ambiti culturali e linguistici, permettono di interagire con altri studenti e di ricevere feedback da tutor esperti.

Grazie alla vasta offerta di classi, hai la libertà di scegliere orari e giorni che si adattano al tuo programma, partecipando alle lezioni con flessibilità.

Approfondimento: opinioni Babbel.

Come sono le lezioni Rocket Languages

Per darti una visione completa del programma Rocket Languages, esaminiamo la struttura del loro corso.

Il programma Rocket si suddivide in due categorie principali di lezioni: lezioni audio interattive e lezioni di lingua e cultura.  Questa struttura è comune a tutti i corsi Rocket, inclusi quelli in tedesco, italiano e giapponese.

Nelle lezioni audio interattive, un moderatore ti guida, in inglese, attraverso una conversazione nella lingua che stai studiando, passo dopo passo. Il moderatore introduce gli obiettivi della lezione, fornisce un contesto e prepara il terreno per la conversazione che seguirà.

Segue poi la conversazione con madrelingua, durante la quale il moderatore interviene periodicamente per spiegare quanto ascoltato, fornire consigli e approfondimenti grammaticali e, soprattutto, incoraggiarti a partecipare attivamente parlando.

Queste lezioni audio possono essere considerate come conversazioni guidate. Al termine di queste, si passa alle lezioni di lingua e cultura, che funzionano un po’ come manuali interattivi.

Leggerai spiegazioni concise su specifiche regole grammaticali o aspetti culturali, accompagnate da esempi per chiarire i concetti, prima di passare al prossimo argomento.

Queste lezioni sono pensate per fornirti una comprensione approfondita delle strutture grammaticali e dei temi culturali.

Per concludere ogni lezione (sia audio che di lingua), rivedi quanto appreso attraverso esercizi di consolidamento, come flashcard, esercizi di conversazione, di scrittura, quiz e altro.

Complessivamente, ogni lezione completa (inclusi gli esercizi) richiede circa un’ora per essere completata, dall’inizio alla fine.

Punti di forza di Rocket Languages

Ora che hai una panoramica dei programmi Rocket in termini di formato e contenuto delle lezioni, vediamo i principali vantaggi e svantaggi del corso.

Lezioni audio efficaci

Il principale punto di forza del corso Rocket sono indubbiamente le lezioni audio interattive. A differenza di Babbel, dove spesso si limita ad ascoltare o leggere parole e frasi per poi ripeterle, Rocket coinvolge l’utente in un processo più attivo: usi il vocabolario e rispondi ai madrelingua in contesti di conversazioni simulate.

Questo coinvolgimento attivo nel seguire e partecipare alla conversazione, insieme alla guida del moderatore, rende l’apprendimento molto più dinamico. Si richiede di comprendere il contesto e di intervenire attivamente, replicando la pressione di situazioni reali, ma in un ambiente senza stress.

Questo metodo è stato inventato da Paul Pimsleur, uno dei massimi esperti in linguistica, nel suo famoso programma di lingue Pimsleur.

Il punto fondamentale è questo: le lezioni audio di Rocket Language ricreano esperienze simili a quelle reali. E, a mio avviso, questa è una metodologia di apprendimento decisamente più efficace rispetto al semplice ascolto e ripetizione di parole e frasi isolate.

Programma versatile

La struttura delle lezioni di Rocket, con metà del corso basato su lezioni audio (“lezioni audio interattive”), si rivela particolarmente pratica: puoi seguire le lezioni mentre svolgi attività quotidiane come l’esercizio fisico, le faccende domestiche, una passeggiata o persino durante la guida.

È un grande vantaggio non dover essere costantemente davanti a uno schermo, come richiesto invece da altre applicazioni. Variare l’ambiente di studio o apprendimento di una nuova lingua può essere un toccasana, soprattutto per chi trascorre molte ore al giorno davanti a un monitor per motivi di lavoro.

Enfasi su grammatica e cultura

Mi piace come i programmi Rocket Language danno risalto a spunti culturali e all’insegnamento della grammatica.

Bisogna riconoscere che anche Babbel offre utili consigli e insegnamenti grammaticali nei suoi corsi, ma Rocket mette maggiore enfasi su questi elementi. Quasi metà delle lezioni, infatti, si concentra su questi aspetti.

Il bello di Rocket è che approccia questi temi in vari modi. Durante le lezioni audio interattive, per esempio, il moderatore si sofferma spesso su principi grammaticali specifici, fornendo spiegazioni chiare. Questi momenti di approfondimento sono brevi ma molto utili.

La maggior parte dell’insegnamento della grammatica avviene attraverso le lezioni di lingua e cultura offerte da Rocket. Queste lezioni sono simili a un libro di testo digitale, ma in una forma più leggera e accessibile. Rocket è molto abile nel dividere queste lezioni in segmenti brevi e diretti, con ogni sezione che richiede solo poche frasi per essere completata.

Approfondimento: opinioni Rocket Languages.

Costi

Prima di arrivare al giudizio finale, esaminiamo brevemente i costi, un aspetto importante per molti.

Babbel propone varie opzioni: un abbonamento trimestrale, uno semestrale, uno annuale, e un abbonamento a vita. I piani mensili danno accesso a una sola lingua, con prezzi che oscillano tra i 6 € e i 12 € al mese, mentre l’abbonamento a vita, che offre l’accesso a tutte le lingue di Babbel, ha un costo di circa 240 € (considerando gli sconti applicati).

Rocket Languages, invece, segue una strategia diversa. Non propone abbonamenti mensili, ma solo piani a vita.

I piani a vita di Rocket vanno dai $150 ai $450, in base al numero di livelli che scegli. Va precisato che questi sono i prezzi di listino. Rocket Languages offre quasi costantemente promozioni speciali, e solitamente si può contare su sconti che vanno dal 10% al 40%

Nel complesso, dal punto di vista dei costi, Babbel è più vantaggioso. È l’opzione più economica, a meno che non decida di optare per l’accesso a vita.

Da aggiungere che entrambe le compagnie offrono periodi di prova gratuiti e garanzie di rimborso, che consentono di esplorare i loro programmi prima di prendere una decisione definitiva.

Verdetto finale: meglio Babbel o Rocket Languages?

Dopo aver approfondito ogni aspetto di questo confronto, è giunto il momento di esprimere un giudizio finale: meglio Babbel o Rocket Languages?

La scelta non è stata semplice, ma considerando tutti gli elementi, tendo a favorire Babbel.

Non fraintendetemi, il programma di Rocket Languages mi ha molto colpito. Le loro lezioni sono lunghe e approfondite, e trovo molto efficace il modo in cui hanno strutturato le lezioni audio, basate su conversazioni simulate.

Però a differenza di Rocket, Babbel ha un corso per madrelingua italiani, ed è più completo, con lezioni rapide e coinvolgenti che si incastrano facilmente nei ritagli di tempo. Questo rende più probabile che gli utenti seguano effettivamente i corsi.