Migliori app per imparare lo spagnolo nel 2024

Imparare lo spagnolo è un’idea geniale! È la seconda lingua più parlata al mondo, quindi saperla può aprirti un sacco di porte, sia per il lavoro che per fare nuove esperienze amicizie.

Però trovare l’app giusta per imparare lo spagnolo non è una passeggiata. Ce ne sono tantissime e tutte si dichiarano “le migliori”, “più divertenti” e “super innovative”. Però, la verità è che molte puntano più sulla pubblicità che sulla qualità dei contenuti.

Allora, come scegli quella giusta? Mi sono messo alla prova e ho testato un bel po’ di app per studiare spagnolo. Ho guardato un po’ tutto: come sono fatte, i pro e i contro, cosa le rende diverse dalle altre e che tipo di metodi di insegnamento usano. Così, a seconda di cosa ti piace, di quanto tempo hai, del budget e dei tuoi gusti, ti posso dire quale potrebbe essere la migliore per te.

Migliori app per imparare lo spagnolo

Babbel

Babbel ha conquistato il mercato delle app per le lingue grazie a corsi di alta qualità, un design accattivante e lezioni da 15 minuti, facili da seguire ogni giorno. 

L’app ti immerge subito in dialoghi tipici della vita di tutti i giorni, facendoti sentire parte della lingua fin dall’inizio e aiutandoti a capire in modo pratico e intuitivo. Ci sono anche note occasionali di grammatica e cultura che legano tutto insieme e molti corsi supplementari interessanti. Ad esempio, oltre ai temi classici, ci sono mini-corsi su temi come Spagnolo Commerciale, Spagnolo Messicano, Ascolto e Conversazione, Tradizioni dei Paesi, e tanto altro.

Pro

  • Ogni lingua su Babbel è trattata in modo unico, tenendo in considerazione la lingua di partenza e quella che vuoi imparare. Nel corso di spagnolo trovi contenuti originali legati alle culture dei paesi di lingua spagnola, adattati per madrelingua italiani, non materiale copiato e incollato meccanicamente da un corso all’altro.
  • Appena ti iscrivi, Babbel ti fa fare un test per capire i tuoi interessi e il tuo livello, così da personalizzare i contenuti per te.
  • Le lezioni sono facili da incastrare fra un impegno e l’altro.
  • Il costo è basso per la qualità che offre.
  • Le lezioni sono incentrate su dialoghi che inseriscono frasi e parole nel loro contesto naturale (con audio di madrelingua), rendendole vive e autentiche. Vieni incoraggiato a partecipare attivamente fin da subito, completando i dialoghi, un modo efficace per applicare immediatamente ciò che impari.
  • Interfaccia semplice, elegante e user-friendly.

Contro

  • Meno materiale per chi è già a un livello avanzato.
  • Non c’è un vero periodo di prova: puoi solo testare una lezione gratuitamente, che può non essere sufficiente per decidere se l’app fa al caso tuo. Però Babbel offre una garanzia di rimborso di 20 giorni se non sei soddisfatto.

Preply

Preply è una piattaforma per trovare tutor online. Ha un’ampia scelta di insegnanti di spagnolo, con oltre 6.900 professionisti disponibili.

Su Preply hai la libertà di scegliere insegnanti di spagnolo da tutti i paesi dove si parla questa lingua, inclusi Spagna, Argentina, Venezuela, Messico e Colombia. Puoi impostare il budget che preferisci e guardare i video di presentazione e le recensioni degli insegnanti per trovare quello giusto per te.

Un grande vantaggio di Preply è che puoi fare una lezione di prova, e se scopri che lo stile dell’insegnante che hai scelto non fa per te, niente paura: puoi fare fino ad altre due lezioni di prova senza pagare extra.

Pro

  • Una vasta scelta di insegnanti di spagnolo.
  • Insegnanti disponibili da tutti i paesi in cui si parla spagnolo.
  • Possibilità di fare una lezione di prova a metà prezzo, con fino a due sostituzioni.

Contro

  • Alcuni insegnanti non hanno certificazioni di insegnamento verificate.

Busuu

Busuu ha un obiettivo chiaro: insegnarti lo spagnolo in soli 10 minuti al giorno. Offre un bel mix di corsi, esercizi e argomenti, adatti a qualsiasi livello di conoscenza. Una delle sue chicche è il lato sociale: ti permette di interagire con madrelingua spagnoli e altri studenti. Questo crea un bel senso di comunità e aiuta nello scambio reciproco di correzioni. Anche se può sembrare una promessa audace, Busuu riesce a combinare in una sola piattaforma molte delle funzioni delle altre app: corsi generali e specializzati, un aspetto sociale e pratica di vocabolario e grammatica.

Pro

  • Non sei limitato a un corso di spagnolo standard. Oltre al corso base, ci sono altre opzioni come Spagnolo per Viaggiare, Impara lo Spagnolo con El Pais (con articoli e video di notizie), e un podcast chiamato Tutto sullo Spagnolo.
  • Se sei disposto a spendere un po’ di più, puoi prenotare sessioni individuali di 30 minuti con un tutor professionista per esercitarti nella conversazione.
  • Adatto sia per principianti che per studenti intermedi e avanzati. Alcuni esercizi di comprensione e test sono veramente impegnativi.
  • Offre piani di studio personalizzati in base ai tuoi obiettivi e al tempo disponibile, anche se questa funzionalità è a pagamento.
  • Puoi accedere a contenuti avanzati senza dover completare quelli per principianti.
  • Se sbagli una risposta, ti verrà riproposta più avanti, dandoti un’altra opportunità di esercitarti.
  • La piattaforma ha una componente sociale che ti fa connettere con madrelingua e altri studenti, simile a HiNative.
  • Ha un buon rapporto qualità-prezzo rispetto ad altre app, considerando la qualità e la varietà di contenuti e la flessibilità che offre.

Contro

  • Alcuni esercizi non accettano modi diversi di esprimere lo stesso concetto, nonostante lo spagnolo sia una lingua flessibile in quel senso.
  • Devi pagare per avere le interazioni con i madrelingua o per accedere ai contenuti offline.

Glossika

Glossika, fondata nel 2016, si basa sulla tecnica della ripetizione spaziata, ormai un must nelle app moderne per l’apprendimento delle lingue. L’app si adatta al tuo livello e punta su lezioni audio per un’immersione totale, aiutandoti a iniziare a parlare spagnolo da subito. Oltre a questo, offre esercizi di dettato, scelta multipla e completamento di spazi vuoti.

Pro

  • Fai test di posizionamento per determinare il tuo livello di partenza.
  • Puoi fissare un obiettivo giornaliero, così tieni sotto controllo le tue aspettative e monitori i tuoi progressi.
  • Ogni lezione introduce solo circa 5 frasi, quindi puoi concentrarti bene senza sovraccaricarti di nuove informazioni.
  • Puoi saltare le frasi che trovi troppo semplici o che già conosci.
  • Puoi salvare tra i preferiti le frasi che pensi di usare più spesso.
  • Impari frasi pratiche fin dall’inizio, anche quelle non tipiche dei corsi tradizionali di spagnolo. Per esempio, potresti iniziare con “Oggi è mercoledì”.
  • L’abbonamento ti dà accesso a tutti i corsi di lingua, non solo allo spagnolo, che è un bel vantaggio se vuoi imparare più lingue.
  • Niente lezioni di grammatica, perfetto se preferisci un approccio immersivo.

Contro

  • Se ti piace un metodo di apprendimento più tradizionale o sei un principiante assoluto, Glossika potrebbe risultare troppo impegnativo. Parti imparando intere frasi da subito, come “Ora è pronto.” o “Sei in ritardo.”, prima ancora di frasi basilari come “Che ore sono?”.
  • Alcune recensioni dicono che i contenuti possono diventare noiosi dopo un po’.
  • L’abbonamento comprende più lingue oltre allo spagnolo, che può essere un punto a sfavore se non ti interessa impararne altre.
  • Mancano le spiegazioni di grammatica, un problema se ti piace capire la logica di una lingua.
  • I contenuti sono gli stessi in tutti i corsi, non vengono personalizzati in base alla cultura di riferimento della lingua.

Mondly

Lanciato nel 2014, Mondly si è guadagnato una buona popolarità grazie al suo approccio innovativo e all’uso di tecnologie all’avanguardia come la realtà aumentata, la realtà virtuale e i chatbot per l’apprendimento delle lingue. Se ti piace sperimentare con diverse funzioni e metodi, Mondly potrebbe essere la tua scelta ideale. Soprattutto se in passato hai usato e apprezzato Duolingo o Babbel, Mondly potrebbe sembrarti una sintesi interessante di entrambi, con qualcosa in più a livello visivo.

Pro

  • Offre la possibilità di imparare lo spagnolo supportato da lingue diverse dall’inglese, tra cui l’italiano.
  • Ogni giorno propone lezioni nuove, invece di riproporre sempre gli stessi contenuti.
  • Una caratteristica top è poter cliccare su qualsiasi verbo per vedere una finestra con tutte le sue coniugazioni (passato, presente, futuro), complete di pronuncia.
  • Le lezioni giornaliere di Mondly si basano sul tuo apprendimento precedente, quindi vengono personalizzate per te.
  • L’app è molto apprezzata per le sue funzionalità di chatbot e riconoscimento vocale.
  • Ideale se preferisci imparare una nuova lingua con il supporto della tua lingua madre.
  • Vasta scelta di argomenti nei corsi per principianti, utile se ti interessa imparare il vocabolario per categorie (viaggi, famiglia, parti del corpo, colori, ecc).

Contro

  • La versione gratuita offre poco – per un uso completo di Mondly, serve la versione a pagamento.
  • A volte può sembrare una versione più ricca di Babbel o Duolingo, con esercizi di traduzione e abbinamento che possono diventare ripetitivi.
  • Se preferisci un design minimalista o ti senti distratto da troppi stimoli visivi, Mondly potrebbe non essere adatto a te.
  • Per accedere a più lingue oltre allo spagnolo, c’è un costo aggiuntivo.
  • I livelli intermedi e avanzati non sono molto impegnativi. In effetti, sembrano quasi paragonabili ai livelli principianti, ma con esercizi invece di lezioni.
  • Non è l’ideale se non ti piace affidarti alla traduzione nell’apprendimento di una nuova lingua.
  • I dialoghi possono sembrare un po’ rigidi e artificiali.

Lingodeer

Lingodeer è quello che si avvicina di più a un tradizionale corso di spagnolo, ma in versione app. Mette al centro la grammatica e usa spiegazioni dettagliate insieme allo studio del vocabolario per farti afferrare bene le sfumature dello spagnolo sin dall’inizio. Oltre a questo, Lingodeer ti propone strumenti aggiuntivi come quiz, test, pillole culturali e flashcard per aiutarti nell’apprendimento.

Pro

  • Ha un design semplice e pulito, ideale se preferisci una piattaforma senza troppe distrazioni visive.
  • Perfetta se sei un appassionato di grammatica e ti piace comprendere la struttura di una lingua man mano che procedi, piuttosto che immergerti semplicemente nella lingua.
  • Lingodeer potrebbe essere l’opzione migliore se sei all’inizio e preferisci avere spiegazioni chiare e strutturate su come funziona tutto, un po’ come in un corso tradizionale.
  • Offre un curriculum lineare con categorie ben organizzate, che può essere un plus se ti piace avere un percorso di apprendimento ordinato e strutturato.

Contro

  • Nelle lezioni per principianti, a volte i vocaboli vengono presentati in modo isolato, senza inserirli in un dialogo o una frase.
  • Se ami l’immersione e preferisci evitare le spiegazioni grammaticali, Lingodeer potrebbe non essere la scelta giusta. L’app infatti pone grande enfasi sulla grammatica come chiave per capire una lingua.
  • Per chi è a un livello intermedio o avanzato, potrebbe essere un po’ troppo facile.

Pimsleur

Pimsleur si basa sull’ascolto, e ha come obiettivo quello di eliminare distrazioni per insegnarti lo spagnolo in modo diretto ed efficace. Con tecniche come l’anticipazione, il richiamo a intervalli graduati e la presentazione di poche informazioni per volta, Pimsleur ti guida nell’apprendimento dello spagnolo con l’assistenza di un tutor in inglese. Questo crea un’esperienza simile a un corso tradizionale, con madrelingua che pronunciano frasi pratiche da imitare.

Pro

  • Prima del test gratuito, ti vengono spiegati i principi di memoria e apprendimento delle lingue del Dr. Pimsleur, utili per sviluppare una capire la logica del corso. Per esempio, ti consiglia di fare solo una lezione audio al giorno, che è perfettamente gestibile.
  • Le nuove parole vengono suddivise in sillabe, aiutandoti a imparare la pronuncia corretta fin dall’inizio.
  • Se apprezzi le spiegazioni in inglese e una guida passo dopo passo, i corsi di Pimsleur sono l’ideale. Vieni guidato attraverso dialoghi in cui ripeti le espressioni e partecipi attivamente.
  • Personalmente ho trovato molto utile che venga insegnata anche l’intonazione, fondamentale in spagnolo dove, come per l’italiano, la differenza tra una domanda e un’affermazione può dipendere solo dall’intonazione.
  • Le opzioni di revisione del vocabolario includono lettura, flashcard, quiz, l’opzione “Speak Easy” (per praticare ritmo, intonazione e pronuncia) e una funzione di abbinamento rapido per ricordare espressioni sotto pressione.

Contro

  • Pimsleur offre solo una lezione gratuita di prova, che può non essere sufficiente, specialmente se non sei un principiante.
  • Se non ti piace l’idea di essere guidato in inglese e preferisci un’immersione totale nella lingua, Pimsleur potrebbe non essere adatto a te.
  • Non è il massimo se stai cercando di imparare lo spagnolo in pubblico o nei ritagli di tempo fra un impegno e l’altro, visto che richiede di ripetere e parlare ad alta voce.
  • L’acquisto dell’intero corso (tutti i livelli) è un bell’investimento.

Rosetta Stone

Rosetta Stone è sul mercato dal 1992 e rimane uno dei grandi nomi nel mondo dell’apprendimento delle lingue, nonostante le varie critiche nel corso degli anni. Questa piattaforma ti invita a parlare sin dalla prima lezione, concentrandosi meno sulla grammatica e evitando traduzioni in italiano. Piuttosto, punta tutto sull’immersione, insegnandoti il vocabolario tramite l’associazione di parole e immagini.

Pro

  • Interfaccia pulita, piacevole e user-friendly.
  • Il corso è interamente in spagnolo, creando un ambiente immersivo. Se è questo che cerchi, Rosetta Stone potrebbe essere perfetto per te.
  • Include sessioni di tutoraggio settimanali di 25 minuti nell’abbonamento.
  • Il sistema di riconoscimento vocale TruAccent® ti aiuta a migliorare pronuncia e accento fin dalle prime lezioni. Non è perfetto, ma è utile per superare l’iniziale timidezza nell’imparare una nuova lingua.
  • Lezioni scaricabili per studiare anche offline.
  • Opzione per ascoltare storie narrate da madrelingua per esercitare le tue capacità di ascolto.
  • Ideale se vuoi imparare lo spagnolo senza concentrarti troppo sulla grammatica.

Contro

  • L’approccio basato su parole e immagini può diventare ripetitivo e noioso.
  • Se preferisci avere delle spiegazioni in italiano, potresti trovare Rosetta Stone frustrante.
  • I corsi tendono a insegnare un registro più formale dello spagnolo, quindi potrebbe non essere l’ideale per conversazioni con amici o in contesti informali.
  • Le immagini e i contenuti sono gli stessi per tutti i corsi di lingua, non specifici per quello di spagnolo (ad esempio, la parola spagnola per donna, mujer, è associata all’immagina di una geisha giapponese).
  • Secondo molte recensioni, costa troppo per quello che offre.

Rocket Spanish

Rocket Spanish offre corsi ben strutturati che mirano a migliorare tutte le tue abilità linguistiche: parlare, ascoltare, leggere e scrivere. Invece di puntare su lunghe spiegazioni di grammatica, privilegia le dimostrazioni pratiche. La metodologia usata è il “chunking”, che significa imparare a maneggiare frasi intere anziché parole singole, concentrandosi sullo spagnolo latinoamericano.

Pro

  • Un’interfaccia chiara, intuitiva e facile da usare.
  • Il contenuto è suddiviso in lezioni audio interattive, lezioni di lingua e cultura, esercizi di scrittura e lezioni di sopravvivenza.
  • Rocket Record è uno strumento di riconoscimento vocale che aiuta a migliorare la pronuncia.
  • Se ti piace l’approccio che usa molte spiegazioni in inglese, Rocket Languages fa al caso tuo. Il coach ti guida quasi come un insegnante attraverso i dialoghi e ti invita a ripetere le frasi.
  • Audio di alta qualità e dialoghi che includono espressioni di uso quotidiano.
  • Le lezioni culturali sono veramente utili, offrendo dettagli su come si relazionano le persone e cosa ci si aspetta da un parlante di spagnolo in determinati contesti.
  • Include la funzione “Il Mio Vocabolario” per salvare le frasi e rivederle in contesto con la pronuncia.

Contro

  • Richiede un importante investimento finanziario iniziale ed è più costoso rispetto ad altre app, soprattutto perché si paga per l’accesso a vita, non mensilmente.
  • Se preferisci un metodo di apprendimento immersivo senza continue spiegazioni in inglese, potresti trovare più adatta un’altra opzione.

Duolingo

Duolingo, amato da alcuni, odiato da altri, è diventato un punto fermo nell’apprendimento delle lingue e se sei interessato allo spagnolo, sicuramente ne hai già sentito parlare. Questa app gratuita insegna le lingue attraverso la ripetizione, la traduzione e esercizi brevi, ed è diventata popolare per la sua semplicità, il suo stile visivo accattivante e perché è gratuito.

Duolingo offre un percorso graduale, aiutandoti a costruire il tuo vocabolario passo dopo passo. Si sono evoluti notevolmente negli ultimi tempi: non solo aggiungono continuamente nuovi contenuti ai loro corsi, ma hanno anche una comunità attiva e stanno migliorando le funzioni esistenti per variare i loro strumenti di studio e fornire agli studenti ancora più materiali.

Pro

  • È quasi interamente gratuito, se riesci a sopportare la pubblicità.
  • Propone un albero di lezioni ben organizzato, che ti guida attraverso diversi argomenti con un livello di difficoltà crescente. Questo è un plus se preferisci un po’ di ordine e struttura nel tuo apprendimento. Puoi anche fare un test di valutazione per capire il tuo livello.

Contro

  • Duolingo è famoso per le frasi bizzarre che ti insegna (come “Il mio cane è disoccupato e ha solo un occhio.” o “Quando ero giovane, non mi era consentito indossare pantaloni.” – sì, sono vere frasi trovate su Duolingo). Incontrarne un paio può far sorridere, ma a lungo andare finisci per imparare un mucchio di frasi inutili e diventa frustrante.
  • Non distingue chiaramente tra lo spagnolo europeo e quello latinoamericano, che può essere un limite se vuoi concentrarti su uno dei due.
  • Il sistema può diventare ripetitivo, specialmente se hai già provato altre app con attività più varie.
  • L’app si basa molto sulla traduzione, quindi l’intero processo di apprendimento dipende dalla traduzione diretta da e verso lo spagnolo. Se preferisci un approccio più immersivo, Duolingo potrebbe non essere la scelta migliore.

italki

italki, come Preply, è una piattaforma per trovare facilmente tutor linguistici: scegli un insegnante online e prenoti lezioni secondo la tua disponibilità e il tuo budget. Non c’è un grosso impegno: puoi cambiare insegnante quando vuoi, il che è ottimo se vuoi sperimentare diversi accenti. La maggior parte degli insegnanti propone lezioni basate sulla conversazione, che permettono una vera interazione spontanea. Ma c’è anche chi offre lezioni di grammatica, lettura, preparazione a certificazioni linguistiche o corsi business. 

La cosa che mi piace di più di italki è che ti aiuta a superare le tue barriere personali, sopratutto la timidezza di iniziare a parlare in una lingua straniera, e le lezioni sono studiate su misura per te.

Pro

  • Qui non si tratta di scambi linguistici: hai un insegnante o tutor tutto per te, che si concentra sui tuoi bisogni. Questo ti fa risparmiare tempo.
  • C’è una grande varietà di insegnanti tra cui scegliere, e troverai facilmente un madrelingua del paese di lingua spagnola che preferisci. Inoltre, è probabile che trovi un insegnante disponibile quando sei libero tu.
  • Puoi cancellare o spostare lezioni fino a 24 ore prima.
  • Gli insegnanti offrono spesso pacchetti di lezioni a prezzi scontati, che ti aiutano a pianificare meglio il tuo percorso di apprendimento.

Contro

  • I costi possono aumentare se vuoi fare più lezioni a settimana.
  • Le app mobile non ti permettono di vedere i documenti condivisi dall’insegnante durante la lezione, devi usare il sito web per questo.
  • L’aula virtuale recentemente integrata su italki a volte ha problemi tecnici. È meglio avere un piano B come Skype, Meet o Zoom in caso di problemi con il sito.

Conjugato

Conjugato è un’app specializzata coniugazioni verbali: ti propone vari verbi e ti chiede di coniugarli in diversi tempi e per diverse persone. In più, c’è una sezione “Verbi” dove puoi esplorare quelli più usati in spagnolo. Se ti poni come obiettivo di imparare i primi 100, vedrai un netto miglioramento nella tua comprensione della lingua.

Pro

  • Include i 1000 verbi spagnoli più usati, presentati in gruppi di 100, per darti un ottimo punto di partenza.
  • Possibilità di scegliere tra digitare o meno le risposte, per una pratica più veloce.
  • Confronta verbi simili per evitare di confonderli.
  • Imposta un obiettivo giornaliero per la tua pratica, ad esempio coniugare 20 verbi al giorno.
  • Opzione per abilitare o disabilitare la forma “vosotros”, a seconda della variante di spagnolo che stai imparando.

Contro

  • Non include audio, quindi è meglio usarlo quando hai già una certa sicurezza nella pronuncia spagnola.

Beelinguapp

Beelinguapp è un’app che usa la lettura di testi paralleli come metodo didattico principale. Confronta testi in spagnolo e italiano mettendoli uno accanto all’altro in varie storie, per aiutarti a capire come funziona la lingua. Puoi ascoltare un madrelingua leggere le storie e costruire il tuo vocabolario personale, evidenziare parti di testo e creare flashcard.

Pro

  • Puoi scegliere il tipo di contenuto che preferisci (storie famose, romanzi, notizie, storie per bambini, scienza, cultura…).
  • Leggi testi in entrambe le lingue fianco a fianco, aiutandoti a comprendere meglio lo spagnolo rispetto all’italiano.
  • Ascolta un madrelingua che legge ogni testo.
  • Impara fino a 14 lingue diverse con l’abbonamento Premium.
  • Ideale se cerchi una sfida dopo aver imparato le basi dello spagnolo.

Contro

  • Per imparare lingue oltre allo spagnolo, dovrai pagare un abbonamento Premium.
  • L’accesso a tutto il catalogo di storie, così come rimuovere la pubblicità, sono a pagamento.